ARTICOLI DEGLI ULTIMI 3 GIORNI
TUTTI GLI ARTICOLI DI OGGI
METEO.IT
BORSA ITALIANA
IL SANTO DEL GIORNO
12 November 2019 | Vai alla Prima Pagina
Dettaglio News
07/11/2019 - Valsesia e Valsessera - Società e Costume
ANPI VARALLO ALTA VALSESIA - Commemorazione Eccidio Alpe Fej Rossa del 7 novembre 1944
ANPI VARALLO ALTA VALSESIA - Commemorazione Eccidio Alpe Fej Rossa del 7 novembre 1944

Il mio è sempre un pellegrinaggio d'amore,

senza croci né ceri,

solo ricordi

qui porto ferito il cuore

come quel mattino tra i miei compagni morti

Pino Cucciola - Pueta d'la val

 

 

Con le parole di Pino Cucciola ricordiamo la strage del 07 novembre 1944 dove hanno trovato la morte in nove componenti della 84° brigata Strisciante Musati, quattro in combattimento Casalino, Dellavalle, Gheller e Rinotti, e cinque fucilati a Balmuccia Bartolino, Marzola, Occhi, Renditore e Sebastiani.

Solo uno dei partigiani catturati, Gallini di quindici anni, viene rilasciato perché non renitente alla leva RSI.

La squadra partigiana si trovava all'Alpe Fej di Rossa pochi giorni dopo aver dato sepoltura al comandante partigiano Martin Valanga. Ai funerali partecipano molti comandanti partigiani e questo concentra l'attenzione nazifascista: il tenente Pisoni, appartenente alle SS italiane guida una spedizione di SS tedesche e legionari della "Muti" verso l'alpe.

Quattro partigiani muoiono sul campo.  I corpi dei caduti vennero straziati e abbandonati tra le fiamme dell'incendio che fu appiccato alle baite; furono raccolti e ricomposti dalla popolazione di Rossa, accorsa per tentare di spegnere le fiamme.

Gli altri sei partigiani vengono portati a Balmuccia dove solo dopo estenuanti trattative il parroco locale riesce ad evitare la fucilazione del partigiano più giovane.

L'esecuzione è ordinata dal tenente Guido Pisoni e rientra tra i capi di imputazione che lo porteranno al processo in contumacia, ed alla condanna a morte, mai eseguita.

Sabato 9 novembre  presso il Teatro Comunale di Rossa vi invitiamo a partecipare all' incontro, organizzato in collaborazione con il Comune di Rossa, la Pro Loco di Rossa e con l' Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea Vercelli e Biella:

per ricordare chi ha lottato ed è morto per ideali di democrazia, libertà e giustizia;

per testimoniare l'impegno di tutta una comunità che si è raccolta attorno a quei corpi straziati;

per non dimenticare  il valore di ciò che abbiamo raggiunto grazie alla Resistenza: la possibilità per ognuno di noi di esprimere pensieri ed opinioni, in un sistema libero e democratico.

Programma della giornata:

Sabato 9 novembre 2019

Ritrovo in Piazza a Rossa dei partecipanti alla camminata fino all'Alpe Fej per la posa di un omaggio floreale (facoltativa).

Per chi non partecipa alla camminata ritrovo alle ore 10,45 a Rossa presso il Teatro Comunale dove alle ore 11 avrà inizio la Commemorazione ufficiale con il programma di massima:

Saluti del Sindaco Alex Rotta e del Vice Presidente della sezione ANPI Varallo Alta Valsesia Andrea Bianchi.

Intervento del Vice Presidente ANPI Provinciale di Vercelli Franco Patriarca.

Intervento del Direttore dell'Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea Prof. Enrico Pagano.

Testimonianza diretta di Giulio Quazzola, partigiano presente ai fatti con proiezioni di filmati e foto d'epoca.

Ore 8

Ore 11

Deposizione di un omaggio floreale al cippo di Balmuccia

Rinfresco offerto dalla Pro Loco di Rossa

Redazione di Vercelli

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
TAGS:

gabotto

guido

guido gabotto

vercelli

provincia

cooperative

cooperativa

processo

assoluzione

fallimento

BiellaOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it
AGENDA - TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI IL SANTO DEL GIORNO BORSA ITALIANA METEO