ARTICOLI DEGLI ULTIMI 3 GIORNI
TUTTI GLI ARTICOLI DI OGGI
METEO.IT
BORSA ITALIANA
IL SANTO DEL GIORNO
giovedì 26 novembre 2020 | Vai alla Prima Pagina

 

Dettaglio News
06/11/2020 - Vercelli Città - Enti Locali
ARRIVA COME UN FARAONE, SE NE VA COME L'ARETINO PIETRO - Karim Abdellaui e la Aprc di Lione lasciano anche la caparra di 300 mila euro - Fine della storia e di un pagina buia e inquietante nella vita amministrativa e politica della città
ARRIVA COME UN FARAONE, SE NE VA COME L'ARETINO PIETRO - Karim Abdellaui e la Aprc di Lione lasciano anche la caparra di 300 mila euro - Fine della storia e di un pagina buia e inquietante nella vita amministrativa e politica della città

Alla fine, Karim molla anche la caparra.

Finisce oggi (per l’esattezza, ieri, 5 novembre, data della Deliberazione di Giunta comunale di Vercelli) la vicenda legata alla possibilità che in Area Pip, Roggia Molinara, vicino ad Amazon, si insediassero i (fantomatici) Clienti della Società Aprc di Lione.

Come si ricorderà, la società guidata da Karim Abdellaoui e Farouk Benzeghiba, che qui a Vercelli aveva fatto conoscere personaggi come Pier Teresio Turino (già Vice Sindaco di Murisengo) ed i Coniugi Lacarelle, era incredibilmente riuscita a conquistarsi un ruolo di interlocutore primario del Comune, tra maggio – giugno 2018 e fino alle elezioni amministrative del 2019. 

Arrivato qui accolto come si sarebbe potuto accogliere un Faraone, a gennaio 2019, firma (tramite il Legale di Aprc) ieri, 5 novembre, la transazione che permette, tra l'atro, a Palazzo Civico di trattare con altri industriali la cessione dei terreni.


Aprc a Vercelli - from Guido Gabotto on Vimeo.

Oggi

– leggi qui la delibera del Comune –


l’atto finale, dal punto di vista amministrativo e del contenzioso giudiziario che sancisce una cosa.

L’Azienda francese lascia definitivamente i terreni, abbandona la lite, dà mandato al Notaio presso il quale era stata depositata (invece che versata nelle casse comunali) di consegnare, finalmente, la caparra di circa 300 mila euro al Comune di Vercelli.

La caparra è rimessa al Comune in quanto Aprc non ha – entro i già estesi termini contrattuali – perfezionato l’acquisto dei terreni e, così, non ha versato i 5 milioni di euro, corrispettivo per la compravendita immobiliare.

***

Tutto qui.

Si chiude una pagina buia ed inquietante della storia amministrativa e politica della città.

Abbiamo raccontato questa esperienza nel corso di 88 articoli 

– leggili qui –

Esperienza semplicemente surreale, soprattutto quando si ricorda la conferenza stampa convocata dal Comune il 9 aprile 2019, il giorno dopo la firma del preliminare di vendita, il “compromesso”, che sarebbe stato, nella appena successiva campagna elettorale di maggio 2019, presentato come la “porta” contrattuale dalla quale sarebbero arrivati i 1.500 posti di lavoro.

– leggi qui e guarda i video nel testo dell’articolo -


Ma, come si dice, acqua passata non macina più.

Non serbiamo rancore per nessuno.

Il più alto ufficio della memoria - insegnava Eugenio Montale - è dimenticare.

***

Nella stessa riunione di Giunta di ieri, 5 novembre, si decide di cedere un piccolo lembo di quel terreno alla stessa Amazon, per un modesto ampliamento dell’attuale stabilimento.

Altre trattative sono in corso.

Chi vivrà, vedrà.

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
TAGS:

Vercelli

Varallo Sesia

Borgosesia

Gattinara

Valsesia

Trino

Crescentino

Santhià

Provincia di Vercelli

Guido Gabotto

BiellaOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it
AGENDA - TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI IL SANTO DEL GIORNO BORSA ITALIANA METEO