ARTICOLI DEGLI ULTIMI 3 GIORNI
TUTTI GLI ARTICOLI DI OGGI
METEO.IT
BORSA ITALIANA
IL SANTO DEL GIORNO
05 December 2019 | Vai alla Prima Pagina
Dettaglio News
29/10/2013 - Vercelli - Politica
BUON COMPLEANNO, TRIPPA PER I GATTI - La rubrica di VercelliOggi compie tre anni - La prima trippa il 29 ottobre 2010 (scorpione) - Grazie di cuore a tutti i Lettori
BUON COMPLEANNO, TRIPPA PER I GATTI - La rubrica di VercelliOggi compie tre anni - La prima trippa il 29 ottobre 2010 (scorpione) - Grazie di cuore a tutti i Lettori
Gli auguri che fanno più piacere sono quelli che meno ti aspetteresti

Buon compleanno, “Trippa per i gatti”.

Oggi la nostra rubrica di cose che non tutti sanno, oppure che sanno tutti, ma pochi dicono, compie tre anni.

Fu per caso che il 29 ottobre 2010, venendo a sapere delle traversie che incontrava, negli ambulacri di partito, la candidatura di Massimo Simion a Sindaco di Santhià, pensammo di scrivere una cosa divertente rivelando anche i retroscena delle faide interne al Pdl.

Una avventura – osiamo la parola – letteraria e comunque giornalistica che è sopravvissuta allo stesso partito dal quale ha preso gran parte degli ingredienti

Anche se la volatilità di qualche nuova formazione politica della Seconda Repubblica non è che ci rallegri, né rattristi.

Però: “Se mi chiedeva, glielo dicevo”.

Con queste sante parole concludeva un nostro illetterato, ma sapiente amico, a proposito di tutt’altre faccende.

E noi con lui potremmo modestamente tirare le somme dicendo che, se Silvio Berlusconi avesse chiesto un parere a noi, di certo gli avremmo sconsigliato di seguire una logica aziendalista acquistando il “brand” di Gianfranco Fini.

Per carità…il fondatore e rifondatore di Forza Italia ha ben altri che lo possano aiutare.

Però la politica, come ammoniva il Senatore Fransceco Leone, non è polenta.

Non è che basti girarla e rigirarla nel paiolo perché esca qualcosa di commestibile.

Grande personaggio, il vecchio Senatore del Pci.

Ad un suo compagno di partito che gli obbiettava:”Vedi, Francesco, io sono un tipo molto rigido…  cioè molto intransigente a proposito di chissà più quale problema locale, ebbe la capacità di rifilare una fulminea e fulminante risposta:”No, vedi… tu non sei rigido, sei turgido”.

E quello forse non si rese mai conto di essere, così, stato definito una testa di c… .

Ma la posterità sì.

Forse gli sarebbero piaciute le puntate di “Trippa per i gatti” che in questi tre anni abbiamo pubblicato sul nostro giornale.

Di sicuro sono piaciute a tanti Lettori.

Lo conferma Google Analytics: una sorta di macchina della verità che tutte le mattine andiamo a consultare per capire cosa abbiamo fatto bene e cosa meno bene nel giorno precedente.

Allora che dire?

Grazie di cuore ai Lettori che ci seguono.

Sappiamo – perché ogni tanto qualcuno ce lo dice – che a molte persone in questi anni abbiamo procurato qualche minuto di divertimento, persino di ilarità; insomma, abbiamo contribuito alla circolazione di buon sangue nelle vene del nostro Prossimo. E di questi tempi davvero cupi sapere di essere riusciti a divertire almeno un po’ e per qualche istante tante persone fa davvero bene anche a chi scrive.

E (forse) anche quelli che – alla lettura della Trippa – invece talvolta si sono incavolati un po’, ora si ricredono pensando che, in fondo, satira e politica sono sempre stati un binomio inscindibile: sicchè chi fa politica deve sapere che, tra gli onori e gli oneri, ci sono anche quelli – per esempio – già visti al  Bagaglino o, per non andare lontano, sentiti qui da noi alla trasmissione “Folk, bifolk, trifolk” di Radio City negli Anni Ottanta, quando le onde radio rimandavano l’epopea dei “Vercellesi alla Falkland – o Malvine”.

L’autore immaginava gli intrepidi Amministratori locali partire sul piroscafo “La Nosa Varsej” alla volta delle Isole allora contese tra Argentina, terra di migrazione vercellese, e la Corona britannica. E  fu un viaggio avventuroso.

Oppure letti quando usciva il giornale “’L Ris Furchin”.

Perché “Trippa per i gatti”?

E’ una espressione che si deve ad Ernesto Nathan, Sindaco di Roma dal 1906 al 1913.

Si ritrovò a dovere risanare il bilancio capitolino, che tra le voci di spesa ne presentava anche una assai singolare:”Trippa per i gatti”.

La Municipalità provvedeva all’acquisto delle economiche frattaglie per nutrire le colonie feline che popolavano i ruderi monumentali dell’antichità romana.

Chiese – il Sindaco – ad un suo collaboratore la ragione di quella provvidenza.

Gli fu risposto che i gatti servivano perché cacciavano i topi, già allora numerosissimi.

Ma il Sindaco acutamente osservò: se diamo loro da mangiare, i gatti saranno sazi e non acchiapperanno più i topi. E se acchiappano i topi, sono comunque nutriti abbastanza e potranno fare a meno della nostra trippa.

Tracciò dunque un netto segno di penna rossa sulla voce di spesa, sentenziando:”Non c’è trippa per i gatti”.

E si cominciò a risparmiare.

La locuzione è poi diventata di uso corrente nel lessico dei giornalisti parlamentari, che spesso chiedono ai politici, in Transatlantico, se vi siano novità di giornata.

Talvolta – ma è raro – i più navigati rispondono che oggi “non c’è trippa per i gatti”, per dire che non ci sono novità di rilievo.

Un brindisi, dunque, a quella prima portata di trippa ed a questi tre anni.

Guarda anche:

http://www.vercellioggi.it/dett_news.asp?id=14887

BiellaOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it
AGENDA - TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI IL SANTO DEL GIORNO BORSA ITALIANA METEO