ARTICOLI DEGLI ULTIMI 3 GIORNI
TUTTI GLI ARTICOLI DI OGGI
METEO.IT
BORSA ITALIANA
IL SANTO DEL GIORNO
18 August 2019 | Vai alla Prima Pagina
Dettaglio News
20/05/2019 - Vercelli Città - Economia
CHI SI RIVEDE, IL PARTITO DEL MATTONE - Questa volta più ingenuo che spregiudicato, fa voti (solo elettorali ) per costruire dove mancano le fondamenta - Il segreto su Aprc copre il rischio di capitali di cui non si vuole dire la provenienza?
CHI SI RIVEDE, IL PARTITO DEL MATTONE - Questa volta più ingenuo che spregiudicato, fa voti (solo elettorali ) per costruire dove mancano le fondamenta - Il segreto su Aprc copre il rischio di capitali di cui non si vuole dire la provenienza?

Guardiamo bene questo Signore.


Il bilancio Aprc qui a destra in pdf -

                                    Ing. Arch. Livio Dezzani -


Ne riparleremo tra breve: questo Signore sta al crocevia di tanti processi che rischiano di coinvolgere Vercelli.

***

 

SEGRETI E COMUNICAZIONE A SENSO UNICO

 

Da una parte il segreto, dall’altra la comunicazione orientata, unilaterale, a senso unico, senza possibilità di contraddittorio.

La calata a Vercelli dell’Impresa francese Aprc di Lione, il colosso che non si comprende dove abbia i soldi (dal bilancio 2017, allegato in pdf a questo articolo) per l’investimento che ha proposto al Comune di Vercelli, è un caso da manuale.

Gravido di tanti rischi e di nessuna reale opportunità, almeno, che si conosca al momento.

Non si fa nemmeno un gran che per dissimulare il pericolo.

Come un cavallo di Troia.

Ha bisogno di qualcuno che lo progetti.

Di qualcuno che prepari i materiali per costruirlo.

Ma soprattutto di qualcuno che apra la porta della città.

Qui stiamo facendo di più.

Ce lo stiamo costruendo noi stessi.

***

Per capire cosa sia successo in questi pochi mesi, nei quali Vercelli è stata messa nelle mani di un’organizzazione transnazionale e di una persona che ha già avuto contenziosi giudiziari in Algeria per esportazione illegale di capitali, bisogna partire dalla fotografia di questo Signore che è in questo luogo - il Comune di Vercelli - un certo giorno di gennaio, il 22 gennaio 2019.

È il giorno del primo incontro di Karim Abdellaoui e di Farouk Ben Zegueba con gli stakeholder vercellesi ed i Consiglieri Comunali.


Squadra che vince non si cambia -


La Giunta di Maura Forte ha da poco tempo ( 7 dicembre ) fatto una scelta di campo.

Ha mandato via due Imprese note, sane e serie come la ARaymond di Carisio e la Alsco di Lodi, che avevano chiesto di insediarsi subito (giugno 2019 pagamento dei terreni e avvio dei cantieri) a Vercelli, assumendo subito manodopera reale, a tempo indeterminato, con il contratto dell’Industria.

***

Non soltanto il mondo imprenditoriale vercellese ( Confindustria Vercelli in primo luogo ) , non soltanto le due Imprese escluse, ma molta parte della società civile e la maggioranza dei Consiglieri Comunali, che sono i rappresentanti del popolo, sono perplessi.

Occorre, quindi, da parte della Squadra che governa la città, costruire una macchina del consenso che abbia (anche e comunque a cose fatte) una capacità di captazione del consenso elettorale.

Perché Karim Abdellaoui – come riporta la nostra Fonte francese che dal 25 febbraio scorso fornisce informazioni e documenti di prima mano, questi ultimi tutti rivelatisi autentici – è convinto e, soprattutto, ha bisogno che “Maura va gagner”.

***

ARRIVA LIVIO DEZZANI, IL CONSULENTE CHE METTE LE COSE A POSTO

 

Proprio in quel giorno di gennaio 2019 fa la sua apparizione a Vercelli il Consulente numero uno della Aprc in Italia, Livio Dezzani.

E’ lui l’uomo chiave.

Un curriculum professionale che ne illustra il passato di Dirigente di Confindustria Piemonte e poi della Regione stessa.


Il presente è di consulente della Aprc.

Forse consulente a titolo di volontariato, tanto crede nel progetto o, forse, al contrario, espone fattura.

Il motivo di questa presenza, il suo ruolo, lo spiega Fernando Lombardi, interpellato proprio quel giorno, mentre nel corridoio aspetta la chiamata.

Dice Lombardi: Dezzani metterà un po’ a posto le cose con Confindustria.

Come abbiamo detto, Confindustria Vercelli è fortemente contrariata perchè due Imprese note, sane e serie e tutto sommato locali, come ARaymond e Alsco, sono state buttate fuori, le loro concrete possibilità di lavorare e far lavorare trattate alla stregua di un intralcio ad un piano orchestrato punto per punto.

Con fredda determinazione.

***

E si vede che è così.

Si vede che Livio Dezzani non delude i suoi committenti.

Perché il grand commis regionale, ora consulente di Karim e Farouk, già nel successivo incontro, quello dell’8 aprile in Comune, quanto viene firmato il compromesso (il testo del compromesso è integrale, allegato a questo articolo, sempre in jpg) è visibilmente pressato dal rappresentante vercellese dell’Ance, l’Associazione tra i Costruttori Edili aderente a Confindustria.

***

TORNA IL PARTITO DEL MATTONE

 

Nella vicenda, che di per sé avrebbe abbastanza il fiato corto, per i motivi che vedremo meglio tra poche righe, si insinua dunque una figura ben nota – dal Dopoguerra in poi – in tanti tornanti storici.

Il Partito del Mattone è la figura con la quale da sempre si è profilato quell’insieme di interessi legati al mondo dell’edilizia.

All'edile importa costruire.

Il resto, spesso è trattato alla stregua di un dettaglio.

***

È vero che l’edilizia è il motore dello sviluppo.

È altresì vero che quel mondo talvolta si è distratto rispetto ad un particolare non secondario: la provenienza dei capitali che finanziano le costruzioni.

In questa occasione pare distrarsi anche avendo riguardo ad un’altra componente di questa storia: la fondatezza, soprattutto in senso probabilistico, dell’intero progetto.

Che da molti punti di vista è evidentemente vacillante: alcuni di questi sono oggetto dell’esposizione che segue.

***