ARTICOLI DEGLI ULTIMI 3 GIORNI
TUTTI GLI ARTICOLI DI OGGI
METEO.IT
BORSA ITALIANA
IL SANTO DEL GIORNO
17 August 2019 | Vai alla Prima Pagina
Dettaglio News
22/02/2018 - Vercelli Città - Enti Locali
LAVORI BLOCCATI AL CENTRO NUOTO: ECCO LA VISURA CAMERALE DELLA ASFALT - Quanti sapevano in Comune? Chi sapeva? Perchè hanno taciuto? - Silenzi carichi di responsabilità enormi: non si sa quando la piscina sarà finita
LAVORI BLOCCATI AL CENTRO NUOTO: ECCO LA VISURA CAMERALE DELLA ASFALT - Quanti sapevano in Comune? Chi sapeva? Perchè hanno taciuto? - Silenzi carichi di responsabilità enormi: non si sa quando la piscina sarà finita
Paolo Pettene ha informato il Comune?


( g.g. ) - E finalmente si incomincia a vedere qualche carta.

Perché non è difficile e può farlo chiunque, acquisire una visura camerale della Società Asfalt ccp spa e vedere cosa ci sia scritto.

La Società, il giorno 24 novembre 2017, ha deliberato di adire una procedura concorsuale, nelle forme

 

di cui all’art. 161, comma 6 della Legge Fallimentare.

Si tratta del Concordato preventivo.

***

Non intendiamo sostituirci alla pletora di Legali che sull’argomento dovrà chinarsi, così ci limitiamo a linkare di seguito un articolo di approfondimento giuridico che mette in evidenza la relazione tra ciò che prevede il c.d. Nuovo Codice degli Appalti e la situazione di procedura concorsuale di un’Azienda appaltatrice.

Cosa deve e non deve fare la Stazione Appaltante (chi dà il lavoro, cioè in questo caso il Comune di Vercelli).

Eccolo:

http://www.ilcaso.it/articoli/931.pdf

***

Poi bisogna vedere cosa prevede al riguardo il contratto tra Comune e Asfalt che è stato stipulato il 21 settembre scorso.

Leggi anche:

http://vercellioggi.it/dett_news.asp?id=75221

***

Infatti di solito nei contratti si inserisce una clausola di salvaguardia per la Stazione Appaltante, che preveda la decadenza automatica dell’affidamento nel caso in cui l’impresa appaltatrice entri in una qualsiasi procedura concorsuale.

Lo dovranno dire.

***

Poi bisogna vedere se e per che ammontare è stata deopositata la cauzione, con polizza fideiussoria, costituita a garanzia del Comune proprio per queste cose che – come minimo dei minimi – comunque procurano un ritardo sensibile nella esecuzione e consegna delle opere.

Alla vigilia della domanda di concordato, avranno trovato una Compagnia di Assicurazione disposta ad assumere il rischio?

***

Sono cose che dovranno dire loro.

***

Intanto un po’ tutti incominciano a domandarsi come sia potuto capitare che di questa cosa si sia venuti a sapere solo oggi, pressoché casualmente, dopo che va avanti dal 24 novembre.

***

Novembre è un mese importante perché proprio il 10 (tra l’altro, mera coincidenza, compleanno di Liliana Patriarca)

http://www.servizipubblicaamministrazione.it/servizi/saturnwebdl50art29/Dettaglio.aspx?Contr=1653&&CE=vrcll1280

 

Paolo Pettene, Architetto di Poirino, con i suoi soci e collaboratori, si aggiudica la Direzione Lavori.

Riassumendo: la Asfalt di Torino il 21 settembre firma un contratto con una Pubblica Amministrazione e si vede che fino a quel momento l’azienda è floridissima, senno sarebbe stato leggermente imprudente accettare un incarico del genere anche solo sospettando lontanamente che a due mesi di distanza si dovesse deliberare di adire una procedura concorsuale.

Poi il 10 novembre entra ufficialmente in carica Paolo Pettene.

Prima aveva ricevuto l’incarico di dirigere i lavori Beppe Catalano, con la supervisione di Liliana Patriarca.

Ma Pettene non è che se ne stesse del tutto fuori: aveva l’incarico di “Coordinatore di progetto”.

E saprà lui cosa vuol dire.

***

Ebbene, da novembre ad oggi è lecito domandarsi se qualcuno di loro abbia alzato almeno il telefono per dire almeno a Liliana Patriarca, Dirigente dei Lavori Pubblici del Comune di Vercelli e soprattutto rappresentante contrattuale della Stazione Appaltante, qualcosa del genere: ciau Liliana, sun l’archistar ad Puirin. Varda che cui travai che tè dami da vardè i van nen anan parchè la Asfalt l’ha di prublema.

***

E Liliana potrebbe avere – dapprima – chiamato l’Assessore competente (competente in vernacolo, Andrea Coppo, per la traduzione) e poi, una volta acquisita la simultanea, avrebbe magari potuto rispondere qualcosa come: ma qul al saria al prublema che ian cui ad la asfalt?

***

E il dialogo si sarebbe dovuto sviluppare poi secondo i doverosi approfondimenti tecnico giuridici.

Perché è chiaro che il Comune non può fare finta i niente se un Fornitore è in procedura.

E tra le cose che il Dirigente deve fare c’è, in primis, quella di avvisare l’Assessore ai Lavori PubbliciMichele Cressano – e pure quello agli AppaltiMario Cometti – ed entrambi forse avrebbero dovuto avvertire, imperioso, l’impulso di andare ad avvisare il Sindaco.

La quale a sua volta avrebbe dovuto “condividere” la somma grana con tutto l’Esecutivo e tutti insieme: 1) adottare un Atto di indirizzo affinchè la Dirigente avesse le istruzioni del caso; 2) informare i Consiglieri Comunali ed eventualmente – ma solo dopo – la cittadinanza della enorme tegola caduta sulla testa.

***

Perché il problema è questo: è caduta una tegola enorme sull’Amministrazione, sul Consiglio Comunale, sui cittadini.

E invece nessuno ne avrebbe saputo niente se oggi Alessandro Stecco e Gian Carlo Locarni non avessero presentato domanda di ispezione.

***

Di questi silenzi – e poi di ogni altro aspetto del processo amministrativo, della cauzione, della avvenuta o mancata informazione – qualcuno dovrà rispondere.

Ulteriori lacune nella comunicazione vorrebbero dire aggravare ancora di più un problema già grave.

 

https://www.youtube.com/watch?v=om0ieIdILwE

BiellaOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it
AGENDA - TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI IL SANTO DEL GIORNO BORSA ITALIANA METEO