ARTICOLI DEGLI ULTIMI 3 GIORNI
TUTTI GLI ARTICOLI DI OGGI
METEO.IT
BORSA ITALIANA
IL SANTO DEL GIORNO
venerdì 25 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina

 

Dettaglio News
30/04/2018 - Santhiatese e Cavaglià - Enti Locali
TRONZANO – Il Comune versa altri 10 mila euro nelle casse del Cisas - Le considerazioni di Fausto Valdo
TRONZANO – Il Comune versa altri 10 mila euro nelle casse del Cisas - Le considerazioni di Fausto Valdo

E’ una vicenda infinita quella tra il Comune di Tronzano ed il CISAS: altri 10.600,00 euro pagati dal nostro Comune per quote afferenti l’anno 2015 e 2016 di integrazione finanziamento comunale.

A questi si sommano gli altri 8.277,00 euro sborsati nel 2016 a seguito di una vertenza giudiziaria, sfociata in una transazione.

Riassumendo: nell’anno 2013 il Comune ha deliberato l’uscita dal CISAS, con decorrenza dal 01.07.2014. Il Sindaco, aveva motivato l’uscita dal Consorzio argomentando che “non era assolutamente corretto che il comune di Tronzano pagasse quasi 20mila euro per una perdita della casa di riposo di Cigliano” asserendo di “salvare” le casse comunali da quel debito. Nel mese di maggio 2015 il CISAS aveva richiesto al Comune il pagamento dei servizi forniti nel secondo semestre del 2014 nonché di una quota aggiuntiva rispetto all’anno 2013 poiché il Comune di Tronzano aveva esercitato il recesso dal Consorzio senza rispettare i tempi previsti dallo Statuto. Il Comune aveva proposto opposizione a tale richiesta affidandosi ad un legale di fiducia. Così in campagna elettorale Chemello ha potuto promettere e dichiarare pubblicamente di “aver respinto al mittente l’ingiunzione di pagamento” e di “non dare un euro al CISAS perché i soldi non sono dovuti”.

La controversia veniva transatta nel 2016 con il pagamento di euro 8.277,00 a favore del CISAS.

Tutto finito? No, perché ecco che a seguito di un’altra ingiunzione del CISAS, stavolta per quote afferenti l’anno 2015 e 2016 di integrazione finanziamento comunale, il Comune ha di nuovo dovuto affidarsi ad un legale di fiducia per proporre opposizione davanti al Tribunale di Vercelli. Allorché il Sindaco si difendeva nuovamente affermando che nulla era dovuto al CISAS. Tuttavia anche questa controversia è stata transatta con il pagamento di euro 10.600,00 a favore del CISAS.

Il totale passivo ammonta ad euro 18.877,00.

Restano escluse dal conto le spese sostenute dal Comune per la difesa nei giudizi.

Parecchi soldi per un servizio che il Comune non riceve più da quattro anni!

Finito qui? Me lo auguro, anche se il CISAS con delibera n. 11 in data 07.04.2016 si era riservato di chiedere al Comune anche il pagamento dei maggiori costi derivanti dal personale consortile risultato eccedente dopo il recesso del Comune e nel frattempo supportati dal Consorzio.

Quanto dovremmo ancora pagare ad un ente non più affiliato con Tronzano ormai da tempo?

Fausto Valdo

 

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
BiellaOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it
AGENDA - TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI IL SANTO DEL GIORNO BORSA ITALIANA METEO